Artificial Contraception and Abstinence: Reflections on the Human Act

Authors

  • John C. Cahalan 23 Pilgrim Circle

DOI:

https://doi.org/10.17421/1121_2179_2003_12_02_Cahalan

Abstract

Non si può separare la morale sessuale dal valore morale che si dà alla vita umana, perché esso dipende necessariamente dall’intenzione che si pone nel generarla. Se la sessualità serve solamente per ottenere un “prodotto” che “ci sta a cuore”, allora le persone non hanno più nessun valore come fini in sé stessi. Perché esse conservino questa dignità, le uniche alternative moralmente lecite sono non togliere intenzionalmente all’uso della sessualità la sua capacità procreativa, oppure paradossalmente l’astensione dalle pratiche sessuali.

Downloads

Published

30-09-2003

How to Cite

Cahalan, John C. “Artificial Contraception and Abstinence: Reflections on the Human Act”. Acta Philosophica 12, no. 2 (September 30, 2003): 219–244. Accessed July 24, 2024. https://www.actaphilosophica.it/article/view/4091.

Issue

Section

Studies